Lettere di scrocco

L’attività estorsiva iniziava sempre con una lettere di scrocco in calce alla quale si materializza un tenebroso sodalizio dal nome La Mano Nera.  Cos’era una lettera di scrocco? Si trattava di una missiva estorsiva che veniva recapitata a famiglie italiane che avevano un minimo di reddito aggredibile. Le lettere di estorsione erano scritte con diversi  dialetti, da ciò si deduceva che certamente che erano scritte da persone provenienti da diverse regioni d’Italia. I messaggi della società segreta manoscritti su lettere minatorie erano ornati da disegni di bare e croci nere, teschi con le tibie incrociate. Tra le immagini vi era quella della mano realizzata con un denso inchiostro nero. Fu proprio questa figura a spingere un giornalista dell’Herald» di New York a parlare di lettere della Mano Nera per identificare le lettere di scrocco che i criminali inviavano per estorcere denaro alle loro vittime. Questo nome così sinistro fece presa tra la popolazione che finì per identificare con quel nome l’associazione criminale che usava quel tipo di missive ricattatorie. 

Agli avvisi seguivano attentati ed assassini. In realtà questa procedura criminosa non era certo stata messa a punto negli Stati Uniti d’America. In Sicilia, come è documentato negli archivi dei Tribunali, nello stesso periodo e in anni antecedenti, il fenomeno delle lettere di scrocco era molto diffuso. Le lettere contenevano la richiesta di cospicue somme di denaro. Alle vittime veniva chiesto di portare una busta con il denaro in un punto poco frequentato del quartiere. Ai proprietari dei negozi veniva chiesto  di consegnare il denaro a un complice che si fosse presentato nell’esercizio, mentre ai banchieri si chiedeva di dare il denaro a uno o più complici che si fossero presentati alla banca. Il linguaggio del testo della lettera era stranamente garbato, ma la minaccia ne rappresentava il vero senso della missiva. Si potevano trovare frasi quali “Vi prego caldamente lasciate le banconote davanti il davanzale di casa tra quattro giorni.” “Se non lo farete, vi giuro che entro una settimana non rimarrà nemmeno la polvere della vostra famiglia.”

ASCOLTA L’EPISODIO SU SPOTIFY

LISTEN TO THE PODCAST translated and READ BY GRACE CARLISI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: